Seleziona la tua lingua: 

L'endodonzia è la cura delle patologie della polpa dentaria e dei canali radicolari.

Le tecniche utilizzate nello Studio Lori Dental puntano alla minima invasività.
La cura canalare, infatti, mira a rimuovere le cause dell'infezione o dell'infiammazione della polpa del dente. Quando non è possibile curare un dente con una lesione apicale, detta anche granuloma, mediante un normale trattamento canalare attraverso la corona del dente, si fa ricorso alla chirurgia endodontica.
L'intervento di apicectomia (amputazione chirurgica della parte terminale della radice) viene eseguito ambulatorialmente in anestesia locale, è indolore e di durata variabile a seconda dei casi più o meno complessi. Può essere eseguito sia sui denti frontali (incisivi e canini), sia su premolari e molari e permette di conservare l'elemento trattato al massimo delle sue funzioni ed estetica.

L‘amalgama rimozione sicura

L'amalgama dentale e una lega utilizzata fin dal 1830 da tutti i dentisti per fare otturazioni definitive dopo aver rimosso le carie. La composizione dell'amalgama e a base di Argento, Stagno, Rame, Zinco e Mercurio. Di tutti questi il mercurio e il metallo piu pericoloso. Il mercurio e un metallo tossico. Non a caso, per evitarne sia la manipolazione che l'inalazione dei sui vari vapori tossici, l'AM viene venduta in caspule predosate e, non a caso, i dentisti hanno l'obbligo di smaltire l'AM tolta dalla bocca come "rifiuto speciale ".

Il mercurio e il legante degli altri metalli in rapporto che va dal 50% di lega e 50% di mercurio al 75% di lega e 25% di mercurio, quindi indispensabile nell'amalgama. 

In Germania una sentenza del Tribunale di Francoforte sul Meno gia del 31/05/1997, in cui e sotto accusa la ditta Degussa, produttrice di AM dentale, recita: "Il mercurio rilasciato dalla otturazione in AM all'interno dell'organismo giunge ad alcuni organi bersaglio quali rene, fegato, cervello. Dalle otturazioni in AM deriva palesemente un rischio non irrilevante per la salute . Negli ultimi decenni numerosi scienziati hanno descritto i quadri di intossicazione cronica d' AM come serie di disturbi prevalentemente neurologico-psichiatrici." La sentenza di Francoforte si conclude in questi termini :".sulla base delle attuali conoscenze i dentisti devono informare i propri pazienti in modo chiaro ed inequivocabile della pericolosita dell'AM (..) e devono in ogni caso ottenere l'autorizzazione dei loro pazienti per l'uso dell'AM.

L'intossicazione da mercurio si evidenzia con sintomi disparati dalla irritabilita, stanchezza cronica, mal di testa ai tremori muscolari, parestesie, disturbi visivi e uditivi, vertigini, allergie, candidosi, infertilita.

Sulla base di studi sempre piu numerosi e doveroso non utilizzare piu amalgame, e per i pazienti che abbiano gia otturazioni in AM e necessario valutare se siano presenti patologie in atto che possano essere messe in rapporto con la presenza di tali otturazioni ed eventualmente procedere alla loro rimozione e sostituzione.

La presenza di mercurio nell'organismo puo essere rilevata soprattutto con test bioenergetici (EAV, VEGA TEST), mineralogramma del capello, mentre e piu difficilmente oggettivabile con esami del sangue e urine.

La rimozione viene sempre preceduta ed accompagnata da drenanti e chelanti specifici naturali (omotossicologici e fitoterapici). La rimozione protetta contempla l'uso di: diga in silicone; aspirazione extra-orale ed intraorale(clean-up); tecnica di scantonamento evitando la polverizzazione; eventuale uso di ossigeno; rimozione sequenziale partendo dall'AM piu elettronegativa.